G.S. Sereto - Campionato ANSPI - Montegonzi

RISULTATI & COMMENTI Campionato 2018/19

22° - 14/03/2009

Pol.Il Ponte-LV78 Sereto 2-3

Nel recupero Sestini trova il tiro da tre punti.
POL. IL PONTE: Denarosi, Carnasciali, Romano, Eluci, Masini, Monciatti, Baldi, Frosinini, Paglierini, Giunti, Fazzuoli. Entrati: Amidei, Moretti, Roncolini, Trefoloni. A disp: Billi. All: Morelli Massimo

G.S.SERETO: Melani, Balò, Contri, Sciarradi G., Santomarco (41’ Marcogiuseppe), Righi (59’ Guiderdoni (77’ Mancini)), Pianigiani (54’ Sestini), Valentini, Mussi, Lovari, Bartoli (69’ Saracini). All: Melani David 6

ARBITRO: Sig.Biondi 5,5

RETI: 18’ Lovari, 27’ Mussi, 29’ Giunti (PP), 53’ Trefoloni (PP), 85’ Sestini

Torna a vincere e a sorridere il Sereto. E sono tre punti tanto belli quanto importanti visto che sono giunti nel momento più insperato della partita, che consentono di allungare dalla zona play-off e di scavalcare nuovamente il Benzina78 fermato in casa dal Ponte alle Forche. I locali sono privi di molte pedine importanti come gli squalificati Rossi e Bagnolesi, ma anche tante altre assenze come Calamandrei, Caini, Sterbini e Lo Sindaco. Il Sereto invece ritrova Bartoli e Mussi quasi al massimo delle proprie possibilità. Partono bene i locali che chiudono il Sereto dietro e dopo un minuto potrebbero passare, ma Giunti a tu per tu con Melani si fa ipnotizzare dall’estremo ospite che respinge. Passa il tempo ma è sempre la Pol. il Ponte a cercare con maggior convinzione la via del goal, anche se Bartoli ha dalla sua una buona occasione, ma fallisce tutto sul più bello. Qualche mischia e qualche angolo mettono i brividi a Melani che si fa però trovare sempre pronto, ben coadiuvato dai compagni di reparto. Si scorre fino al 18’ quando Valentini conquista una punizione dai 20 metri. Lovari scalda il piede e la mette sopra la barriera dove Denarosi nulla può. Palla nel sacco e vantaggio ospite. Le due squadre si riorganizzano con i locali che spingono ancora di più e il Sereto che riparte in contropiede come al 27’ quando Mussi elude bene la trappola del fuorigioco e dribblato Denarosi mette la palla in rete per il 2-0. Il Sereto però si distrae e subito arriva la reazione. Palla lunga di Frosinini, Paglierini sorprende Contri che si vede scavalcare dalla palla. La punta locale serve in mezzo l’accorrente Giunti che anticipa Righi e accorcia le distanze. Partita subito riaperta a pochi minuti dal termine della prima frazione. Che si conclude senza altre occasioni da annotare. Nella ripresa Santomarco lascia il posto a Marcogiuseppe per un cambio che dovrebbe garantire più sostanza nel mezzo del campo. Nei locali entra Amidei che oltre a qualche fitto passaggio in cabina di regia regala anche quel pizzico di polemica in più alla gara comunque corretta. Sono proprio i locali a cercare maggiormente il pari prima con qualche mischia e poi con un tiro di Amidei al volo potente, ma centrale che Melani para. Bartoli dall’altra parte dribbla un uomo, salta in velocità Monciatti, ma quando arriva davanti a Denarosi calcia, quasi incredibilmente, alto. Marcogiuseppe calcia alto una punizione e conclude alla stessa maniera un buon scambio da azione d’angolo. Finchè non arriva il minuto 53’ quando Amidei lancia lungo per il neo-entrato Trefoloni. Sciarradi G., sino ad allora ineccepibile, sbaglia l’intervento e regala a Trefoloni l’occasione del pareggio. La punta non sbaglia toccando di quel tanto che basta il pallone per anticipare e prendere in controtempo il numero uno ospite. Come all’andata dopo il doppio vantaggio arancio-nero, la Pol.Ponte risorge e conquista un pareggio tutto sommato meritato. Da ora in poi la partita prende una piega diversa, con il Sereto alla ricerca del nuovo vantaggio e con la Pol.il Ponte a ripartire con veloci contropiedi che prendono spesso di sorpresa una difesa ospite quest’oggi molto in difficoltà. Le azioni più importanti però capitano nei piedi di Mussi. Al 66’ prende in velocità la difesa e presentandosi solo davanti al portiere locale si fa respingere la conclusione in angolo. Al minuto 71’ invece raccoglie palla da una mischia e da circa un metro spalle alla porta, si gira e colpisce il montante con Denarosi ormai battuto. Dopo una punizione di Eluci di poco alta, ci si attende un forcing finale del Sereto, ma accade l’inaspettato. Trefoloni si infila nella difesa avversaria e Melani è costretto a uscire dai pali e intervenire fuori area. Lo scontro è difficile da interpretare in quanto entrambi toccano il pallone quasi contemporaneamente. Per l’arbitro però c’è il fallo del portiere e l’espulsione diretta. Decisione discutibile non tanto per il fallo, ma per la decisone disciplinare, in quanto l’estremo ospite non è ultimo uomo e l’intervento non è né pericolo né violento. Fatto stà che il Sereto si ritrova una situazione difficile in quanto non c’è un vero secondo portiere disponibile e visto che ormai da ben 91 partite consecutive Melani aveva difeso i pali. Mussi si fa avanti indossando i guanti e disponendo la barriera per la punizione seguente. Amidei cerca e trova l’angolo sopra la barriera, ma Mussi si esalta deviando spettacolarmente la palla in angolo. Sembra l’ultima vera occasione perché inizia il recupero con il Sereto non più sbilanciato e senza un vero punto di riferimento in avanti, visto che Mussi è in porta e Bartoli ha lasciato il posto a Saracini che fa vedere di non essere ancora al top. Ormai il pareggio sembra scontato, ma all’ultimo tuffo Sestini recupera palla dal vertice alto e con un colpo da calcetto cerca il palo lontano. La palla passa tra una selva di gambe e Denarosi vede tardi la palla non riuscendo ad evitare il goal vittoria. Durante l’esultanza arriva il triplice fischio che fa innervosire i locali vista l’amarezza. Proprio quella stessa amarezza che domenica scorsa aveva colpito il Sereto e che adesso si tramuta in gioia.
La direzione del Sig. Biondi sarebbe buona, senza quel discutibile cartellino rosso. Ammesso che il fallo ci sia, forse il giallo poteva essere sufficiente. Per il resto bene, ma l’episodio gli è contrario.
Ottima la prestazione della Pol.il Ponte. Davvero una bella squadra che potrebbe benissimo essere un po’ più in alto in classifica, ma a cui manca la continuità. Ci sono piaciuti molto Frosinini, ottimo condottiero e Trefoloni sempre abile a sferrare il colpo. Il finale di campionato la porterà alla Coppa Toscana e sarà una delle squadre favorite per la vittoria.
Il Sereto non ha giocato la sua miglior partita, forse il campo e il primo vero caldo ha abbassato le qualità dei ragazzi con tanti uomini al di sotto delle proprie possibilità. I migliori sono sicuramente Sestini e Mussi. Il primo che ormai di Sereto è diventato una bandiera entra in campo e risolve la gara. Bello vederlo festeggiare e con lui tutta la squadra. Uno che sia che parta titolare che a partita in corso o che addirittura resti fuori l’intera gara non smette di incitare compagni e non dice mai una parola fuori posto. Insomma una persona speciale che merita questo epilogo. Poi obbligatoria citazione per Mussi. Prima ha segnato un altro goal e poi ha indossato i guanti salvando il risultato. Adesso per il Sereto c’è il rebus portiere in vista del Malva. In settimana il Mister sonderà bene i vari papabili sostituti e poi vedremo. Sicuramente un handicap per la squadra, ma con questo gruppo sognare si può. Alè Ragazzi Alè…

LE PAGELLE

Num Nome,Commento Voto Goal
1 Melani Sergio
Parte bene esaltandosi nel confronto a tu per tu con Giunti. Poi subisce le due reti senza colpe e dulcis in fundo esce come un kamikadze fuori area. Espulsione eccessiva, ma adesso c'è il rebus per sostituirlo. SCAPESTRATO.
5,5  
2 Balò Michele
Chiedete al custode quanti palloni ha dovuto raccogliere fuori dal recinto di gioco... Ecco se a fine gara il custode impreca sicuramente gli fischierà gli orecchie... Giornata storta anche sotto il profilo marcatura. STRALUNATO.
5,5  
3 Contri Gianni
Dopo aver fermato Marziali la scorsa settimana pensava di poter dormire sugli allori. Invece i ragazzetti sono veloci e perde prima Paglierini e poi Trefoloni. Recupero decisivo a fine gara su Trefoloni lanciato a rete, ma resta insufficente. SFASATO.
5,5  
4 Sciarradi Gianni
Fa la parte di Giuliano nel più celebre gruppo "Giuliano e i Notturni". Infatti la difesa balla da far paura, sbanda come poche volte e lui da capitano mette del suo sul secondo goal. E' strano vederlo sbagliare, ma succede anche ai migliori. APPANNATO.
6  
5 Santomarco Giuliano
I guai fisici non gli permettono di esprimersi a grnadi livelli e quindi fa il suo compitino sulla sua fascia di competenza, senza sbafare e senza eccedere. Esce a fine primo tempo senza lasciare traccia. ARRANCANTE.
6  
6 Righi Lorenzo
In un campo grande, chi ha voglia di correre e non si ferma mai è ben accetto. Infatti a quantità è secondo a pochi. Purtroppo oggi serviva anche giocare qualche pallone in più del solito. In grave ritardo sul goal del 1-2 che riapre la partita. DISTRATTO
6  
7 Pianigiani Alberto
Riproposto titolare oggi non spinge come al solito. Sarà che gli avversari lo costringono spesso sulla difensiva, ma quando prova a smuoversi in avanti combina ben poco. Impegno e dedizione lo rendono sufficente. COMPITINO.
6  
8 Valentini Stefano
Il campo non è per chi ha piedi fini e numeri da giocolieri. Finisce quindi per fare la fine del pagliaccio. Nella ripresa viene addirittura arretrato come marcatore di fascia. Nel finale spinge un pò, niente di eclatante, ma almeno si fa vedere. TROTTO.
6  
9 Mussi Riccardo
Iniziamo dal finale quando mette i guanti e si esalta salvando il momentaneo pareggio. Si conferma decisivo come quando l'ha messa dentro per il 2-0. Sbaglia il colpo del 3-2 per ben due volte ma a conti fatti resta il migliore. SPECIAL ONE.
7
10 Lovari Daniele
Finalmente gli si vede calciare una punizone alla sua maniera e come direbbe Raffaele Auriemma nel suo tormentone napoleno "Si gonfia la rete". Poi gestisce bene le energie ingaggiando un duello con Amidei. Che alla fine esce sconfitto. PIEDE CALDO.
6,5
11 Bartoli Filippo
Torna dopo un pò di assenza forzata causa malattia e torna come sempre. Cavalcate, dribbling secchi...ma anche due goal divorati. Ad inizio anno come Re Mida trasformava in goal ogni pallone, adesso ricorda il più celebre Egidio Calloni. DISPERATO.
6  
13 Mancini Leonardo
In campo negli ultimi minuti contribuisce al forcing finale ed è lui che contrasta la palla che giunge a Sestini per il goal vittoria. UTILE.
6  
14 Guiderdoni Marco
Entra a metà ripresa con il compito di forzare, ma anche controllare su quella fascia destra. Esce a pochi minuti dal termine dolorante. Sembra un infortunio da poco, ma abbandona il terreno di gioco. IMPALPABILE.
6  
15 Saracini Giacomo
Entra al posto di Bartoli, ma si vede che non è sciolto causa una costola dolorante. Scambia qualche pallone, ma il tempo è poco per mettersi in luce. CLAUDICANTE.
6  
16 Marcogiuseppe Rocco
In campo da inizio ripresa, gioca soprattutto con la testa bassa e si incamponisce in azioni personali senza esito. Non imposta per i compagni e sembra cercar di voler risolvere la pratica da solo. Purtroppo invano. TESTARDO.
5,5  
18 Sestini Massimiliano
Standing ovation. Che dire della veterana bandiera arancio-nera. Mai una parola fuori posto, sempre a disposizione. Sia dall'inizio che a pochi minuti dal termine. Decide la gara proprio sul fischio finale con il tiro da tre punti. MAN OF THE MATCH.
7

22a Giornata - 22a Giornata

G.S.Sereto

L'Arbitro Biondi

Pol.Il Ponte
Indietro
 
Alias2k | realizzazione siti web, grafica, web design, internet, intranet, extranet, visual design