G.S. Sereto - Campionato ANSPI - Montegonzi

RISULTATI & COMMENTI Campionato 2018/19

7° - 14/11/2009

Malva-LV78 Sereto 2-2

Altro pareggio per il Sereto, ripreso all'ultimo.

MALVA: Setti Iv., Menicucci, Menciassi, Forzini, Nannucci, Setti Il., Calogero, Simoni, Zaroili, Lo Piccolo, Rullo. A disp: Camiciottoli, Chiosi, Giunta, Ermini, Nemes, Nocentini, Palazzini, Rossi, Tiezzi. All: Righeschi Antonio.

 

SERETO: Romei, Guiderdoni, Contri, Mussi, Marino, Righi, Pianigiani (72’ Melani), Palazzi, Saracini, Bartoli, Gavazzi (66’ Balò). A disp: Sacconi, Sestini. All: Melani David 5,5

 

ARBITRO: Sig. Barberini 5,5

 

RETI: 16’ Mussi, 23’ Gavazzi, 61’ Lo Piccolo (M), 77’ Tiezzi (M).

 

Il Sereto perde la vetta, pur rimanendo imbattuto. Ma questo pareggio fa molto più male di quello della scorsa settimana contro la Sales. Infatti dopo un primo tempo chiuso sul 2-0 il Sereto si fa riprendere con un secondo tempo quasi inguardabile. Locali al completo e con molte possibilità in panchina (che serviranno visto che dopo solo 20’ minuti devono uscire per infortunio Nannucci, Calogero e Rullo). Il Sereto invece per vari motivi deve rinunciare a Lovari e Sciarradi così mister Melani inserisce Mussi in versione libero, dando un turno di riposo a Balò. Nei primi minuti la gara non vive di emozioni e anche il campo rende tutto più difficile. La prima azione da segnalare è di marca locale con Rullo bravo a calciare al volo un traversone. Romei d’istinto si salva in angolo. Il Sereto si scuote e inizia a pungere così al 15’ grande scambio Bartoli-Marino con quest’ultimo steso dentro l’area. Per il direttore di garaè punizione praticamente sulla linea, sul lato corto. Dopo qualche protesta, Mussi calcia la punizione meglio di un rigore mettendo la palla all’angolo alto. Vantaggio che sembra leggermente tagliare le gambe al Malva e Sereto che ci riprova. Stavolta Bartoli prova la conclusione e il portiere locale mette in angolo. Ma il raddoppio è nell’area e sempre su calcio di punizione. Stavolta Mussi colpisce l’incrocio dei pali, palla che danza sulla linea e Gavazzi tocca in rete. Locali quasi alla corda e buon per loro che l’arbitro Barberini annulli la terza rete di Bartoli per fuorigioco dopo una mischia in area. Mentre scorrono i titoli di coda il Malva ha una reazione e nel recupero Zaroili imbuca la difesa e a tu per tu con il portiere ospite finisce per calciargli addosso, fallendo una buona occasione. Al rientro dagli spogliatoi però si vede che qualcosa cambierà nella ripresa. Infatti il Sereto si disunisce un po’. Soffre i movimenti delle punte locali. Il Malva forse strigliato esce molto più grintoso e volenteroso e comincia a guadagnare metri senza comunque impensierire più di tanto il portiere avversario. In contropiede il Sereto è sterile e le due punte non sono sempre ben supportate così Menciassi ha vita agevole nel rimandare sempre l’azione nella zona calda e al 61’ arriva il 2-1. Punizione dai 25 metri. Lo Piccolo scambia veloce con Menciassi e calcia. Palla che passa attraverso la barriera e una fila di gambe. Romei, in leggero ritardo, riesce solo a deviare. Non basta: palla nel sacco. Nei giocatori ospiti inizia a subentrare un po’ di nervosismo e paura, che fa da contro a un grande impegno e voglia di sacrificio del Malva. Premiato quasi a fine gara. Mancano tre minuti al fischio finale. Giunta in fascia mette dentro per il libero Tiezzi, con Guiderdoni troppo lontano. Colpo acrobatico e pareggio per l’entusiasmo del gruppo locale. Poi la gara fila via senza altri sussulti con il Sereto che ci prova senza convinzione e con il Malva soddisfatto del pareggio a metà gara insperato. Arbitraggio non del tutto sufficiente con alcune decisioni che hanno lasciato perplessi sia da una parte e dall’altra, ma senza influire nel risultato finale.
Un Malva molto ringiovanito e con buone qualità individuale. I nuovi Ermini e Lo Piccolo hanno ben impressionato e fatto fare un buon salto di qualità a una squadra e un gruppo già collaudato. Buona la prestazione di Menciassi che ovunque giochi riesce ad emergere sopra ogni altro. Infine la giusta riconoscenza verso lo spirito di squadra, che ci ha creduto fino alla fine e ha conquistato un punto meritato e voluto. Buona anche la sportività dimostrata in campo a cui vogliamo dar merito. Adesso occorre dare continuità alle prestazioni.
Il Sereto ci è piaciuto per un tempo. Poi forse la troppa convinzione di aver già messo al sicuro i tre punti. In una giornata con la squadra rimaneggiata e un campo non proprio adatto alle caratteristiche del Sereto contava solo il risultato. Mussi sopra tutti, nonostante una posizione non proprio sua. Poi plauso per Contri davvero in forma strepitosa. Il primo posto in classifica così svanisce, ma forse è meglio così. Meno pressioni, ci si cominciava a montare il capo… Adesso riordiniamo le idee perché c’è un derby alle porte. Una gara che al di là della classifica vale tanto. Le posizioni in classifica sono ristabilite. Loro come al solito favoriti. Noi come al solito dietro cercando di fargli lo sgambetto. Negli ultimi anni solo qualche pareggio, ma una vittoria non arriva mai??? Alè Ragazzi Alè!!!


LE PAGELLE

Num Nome,Commento Voto Goal
1 Romei Daniele
Nella prima frazione due buoni interventi su Rullo e Zaroili quasi a tu per tu con lui. Nella ripresa subisce i continui assalti e sul primo goal arriva in ritardo. Nulla può sul 2-2. SUFFICIENTE.
6  
2 Guiderdoni Marco
Dopo un primo tempo in marcatura e comunque con poche sbavature, trova difficoltà quando i locali mettono sotto pressione la difesa arancio-nera. Colpevole sul 2-2, quando lascia libero Tiezzi a un passo dalla porta. INGIUSTIFICABILE.
5  
3 Contri Gianni
Continua a crescere. Momento di forma magica. Davanti gli si propone Ermini, uno che qualcosa sa fare. Ma al di fuori di qualche giocata insignificante crea poco e niente. Anticipa sempre senza commettere fallo. Una delle poche note liete. SICUREZZA.
7  
4 Mussi Riccardo
A fine gara non gli resta che lavare le maglie. Poi fa tutto. In difesa libero d'altra categoria, in avanti realizza la punizione e ispira il raddoppio. Peccato solo per quelle parole spese male... TRASCINATORE.
7
5 Marino Davide
Adesso siamo veramente a un bivio: quale sarà il vero giocatore??? Dopo un avvio di stagione positivo, anche oggi non punge. Ritarda sempre il cross finendo col perdere palla. Nelle uniche volte che sale fa male, ma è troppo poco. INCOSTANTE.
5,5  
6 Righi Lorenzo
Dove non arriva con i mezzi tecnici arriva con la voglia di fare e il risultato è al limite della sufficienza. Purtroppo si trova in mezzo a buoni inserimenti e compre fin che può. Nella ripresa soffre l'assedio come gli altri. ADATTATO.
6  
7 Pianigiani Alberto
Come si suol dire senza infamia e senza lode. Quando gli si chiede di coprire, difende bene. Quando prova qualche sortita, la mira non è delle migliori. Nel complesso tutto bene. COMPITINO.
6  
8 Palazzi Andrea
Con l'assenza di Lovari è lui il leader del centrocampo. E continua a crescere di gara in gara. Ormai inamovibile del centrocampo anche oggi uno dei pochi a salvarsi anche grazie al cuore. INOSSIDABILE.
6,5  
9 Saracini Giacomo
Per l'impegno che almeno prova a metterci il voto sarebbe anche più alto. Però si trova spesso fuori posizione e davanti non conclude praticamente mai. ASSENTE.
5,5  
10 Bartoli Filippo
Parte bene e sembra prendere i giusti ritmi alla difesa. Poi una conclusione ben parata. Poi declino, si innervosisce con i compagni e non compiccia più nulla. Abbassa la testa e nulla gli riesce più. Come dice Ligabue: Ho perso le parole. INDEMONIATO.
5,5  
11 Gavazzi Andrea
Ha il difficile compito di sostituire Lovari. Non è cosa facile e ci prova sin dall'inizio. Il campo però non favorisce il gioco e le difficoltà aumentano. Trova la zampata del 2-0, poi più ombre che luci. SPENTO.
5,5
13 Balò Michele
Quando entra ormai è un assedio locale e nulla può. INERME.
6  
14 Melani Sergio
Entra per assistere al pareggio e per guadagnarsi un paio di punizioni. ATTONITO.
6  

7a Giornata - 7a Giornata

G.S.Sereto

Malva
indietro
 
Alias2k | realizzazione siti web, grafica, web design, internet, intranet, extranet, visual design